Taralli

Taralli

 

Presentazione

I taralli sono originari della Puglia, ma si sono diffusi anche in molte altre regioni italiane e se ne sono moltiplicate le varianti. Secondo la leggenda, sono stati inventati da una mamma che, non sapendo come sfamare i suoi figli, usò i pochissimi ingredienti che aveva a disposizione per creare qualcosa di nuovo e appetitoso. Questi stuzzichini divennero immancabili nelle case dei contadini che li offrivano con il vino come segno di amicizia e come cortesia verso gli ospiti, anche quelli giunti senza preavviso. Un consiglio che vale certamente anche oggi è quello di averli sempre a portata di mano, perché garantiscono la riuscita di un aperitivo a sorpresa senza il minimo sforzo.

Ingredienti

  • 250 g di farina “0”
  • 70 g di olio extravergine d’oliva
  • 50 g di acqua
  • 50 g di vino bianco
  • 6-7 g di sale fino

Preparazione

  1. In una ciotola mettete l’olio, il vino e l’acqua ed emulsionate con una forchetta. Aggiungete la farina setacciata e impastate.
  2. Dopo un paio di minuti aggiungete il sale e lavorate bene con le mani fino a ottenere una palla omogenea e compatta, ponetela in una ciotola coperta con pellicola e fatela riposare un’ora.
  3. Dopo il riposo riprendete l’impasto e suddividetelo in striscioline lunghe (come nell’immagine)i del diametro di circa 1-1.5 cm alle quali darete la forma tipica chiudendoli con la pressione di un dito o, come da tradizione pugliese, con una chiave. In quest’ultimo caso appoggiate un lembo di impasto sopra l’altro ed esercitate una pressione con il tubulare della chiave (la parte terminale non l’impugnatura) in modo da creare sull’impasto un piccolo taglietto.
  4. Nel frattempo portate a bollore una pentola d’acqua. Lessate i taralli 4 -5 per volta, appena salgono a galla scolateli e metteteli ad asciugare sopra un telo pulito, avendo cura di rigirarli in modo che non si attacchino. Lasciateli asciugare un paio d’ore e una volta asciutti disponeteli sulla teglia e infornateli a 200°C per 30 minuti in forno statico fino a completa doratura.

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*