Sarde in saor

Sarde in saor

 

Le sarde in saor sono un vero e proprio caposaldo della tradizione culinaria veneta, che adopera questo gustoso condimento, la cui traduzione letterale è “sapore”, non solo per il pesce, ma anche per le verdure.la ricetta può essere variata a seconda delle circostanze e delle preferenze di palato. Basti dire che per la cucina veneziana povera, bastavano cipolle e aceto per dare sapore ai piatti. Poi col tempo e con le influenze straniere, il saor si è andato arricchendo con aromi nuovi.

Ingredienti

  • 200 g di filetti di sardine
  • Farina 00 qb
  • Olio di semi

Per il carpione:

  • 1 cipolla
  • 70 ml di Aceto di vino bianco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Prezzemolo qb
  • Sale qb

Come procedere

  1. Infariniamo i filetti di sardina già puliti e deliscati.
  2. Andiamo a friggerli in olio di semi caldo. Facciamo dorare su entrambi i lati, e scoliamo su carta assorbente.
  3. Spolverizziamo con una manciata di sale.
  4. In un pentolino andiamo a preparare il carpione. Facciamo scaldare un filo d’olio extravergine e facciamo soffriggere la cipolla.
  5. Aggiungiamo poi un cucchiaino di zucchero e l’aceto di vino bianco. Lasciamo ridurre la preparazione per un paio di minuti. Volendo in questa fase possiamo aggiungere aromi come pepe, foglie di alloro, o altre erbe aromatiche.
  6. Mettiamo le nostre sarde in un recipiente e condiamo con il carpione. Spolverizziamo con il prezzemolo tritato, e lasciamo macerare per almeno un giorno. Se consumate il giorno dopo, risulteranno più saporite.

 

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*